cosmofarma 2015Si è chiusa ieri la 19° edizione di Cosmofarma: 910 brand in esposizione, +8% di visitatori, + 21% dall’estero. Tweet this

Cosmofarma Exhibition – l’evento leader in Europa nel settore farmaceutico, organizzato da BolognaFiere con il patrocinio di Federfarma e di Cosmetica Italia – si è chiuso ieri. La 19° edizione della fiera ha registrato un grande numero di presenze: 29.771 visitatori (+8% rispetto all’edizione 2014), con un forte incremento dall’estero (+21%).

 

Cosmofarma 2015

910 i brand in esposizione:

320 del settore farmaceutico

290 del settore cosmetico

300 in quello dei servizi per le farmacie.

237 giornalisti accreditati hanno ribadito la consueta attenzione che la stampa, trade e consumer, riserva all’evento.

«È stato il Cosmofarma dell’innovazione – ha dichiarato Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere – del modello di una nuova farmacia, con le soluzioni digitali proposte da 21 nuovi giovani imprenditori, presentate nel primo “Startup Village”, tutte dedicate a rendere più facile e più fruibile il servizio. E, simmetricamente, è stato il Cosmofarma delle farmacie rurali, con il loro ruolo di grande rilevanza sociale, particolarmente attente ai cambiamenti che la tecnologia consente, facilitando il lavoro di chi opera anche in contesti non metropolitani».

La 19° edizione della manifestastione, continua Campagnoli, ha segnato anche «il valore crescente dei prodotti italiani per l’integrazione alimentare, per la salute e il benessere, nelle nuove direzioni della nutraceutica e cosmeceutica, Nuce e Fooding, per la prima volta in parallelo a Cosmofarma, hanno aumentato del 50% i visitatori rispetto all’anno scorso, con la presenza dei più importanti marchi che hanno risvegliato negli addetti ai lavori e nei visitatori l’interesse per le novità progettuali: tanti nuovi progetti, tante nuove soluzioni per affrontare un mercato sempre più globalizzato e sempre più competitivo».

infine conclude il Presidente di BolognaFiere: «È stato il Cosmofarma dell’internazionalità: abbiamo avuto +21% di visitatori provenienti dall’estero, abbiamo rafforzato l’International Buyer Program, uno strumento consolidato nel corso degli anni per facilitare il contatto diretto tra gli espositori e i buyer dei diversi settori, incoraggiando l’incontro tra domanda e offerta del mercato farmaceutico. 50 Buyer provenienti da 18 Paesi hanno partecipato a 800 incontri B2B pianificati da Cosmofarma, che hanno coinvolto 180 aziende».

Cosmofarma, ancora una volta, ha ribadito la centralità del proprio ruolo nell’ambito dell’aggiornamento professionale e scientifico, con 80 tra eventi formativi, tra convegni, workshop, incontri.

Cosmofarma, per la prima volta, ha organizzato il “DermoCosm Vita Cutis”: il primo congresso sotto la direzione scientifica del professor Antonino Di Pietro, cui hanno aderito tutte le 9 associazioni mediche dermatologiche-estetiche, con l’intento di mettere in relazione sempre più stretta due figure professionali, i medici e i farmacisti. Cosmofarma, inoltre, ha ospitato il tradizionale focus sull’alimentazione e la nutraceutica, con numerose iniziative curate dal professor Enrico Roda.

L’area “Cosmetici in Farmacia” – organizzata da Cosmetica Italia-Gruppo Cosmetici in Farmacia – ha riscosso grande interesse e attenzione, registrando un trend positivo.

 

L’internazionalizzazione

Cosmofarma 2015 ha puntato sull’internazionalità, puntando sui mercati in sviluppo: Russia, Scandinavia, Area Balcanica, Spagna, Regno Unito, Polonia, Bulgaria ed Egitto, grazie alla collaborazione delle Camere di Commercio Italiane e al programma di Road Show.

“Il Futuro è oggi”, claim di questa edizione, è stato abinato alla prima edizione dei Premi “Innovation & Research”, che sono stati consegnati durante la serata di gala di venerdì 17 aprile al MAST (Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologie) di Bologna.

La cerimonia è stata concepita per valorizzare le capacità creative e il livello di innovazione e ricerca delle aziende espositrici a Cosmofarma, soprattutto di quelle iniziative che hanno portato un contributo concreto allo sviluppo della farmacia e alla crescita culturale e professionale del farmacista.

Cosmofarma tornerà a Bologna il prossimo anno.